SITO ANCORA AL 60%. SARA' COMPLETO AL PIU' PRESTO

SITO ANCORA AL 60%. SARA' COMPLETO AL PIU' PRESTO


 
IndicePortaleCalendarioGalleriaFAQCercaLista utentiGruppiFacebookRegistratiAccediTwitterYoutube
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 
Rechercher Ricerca avanzata
Ultimi argomenti
Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Partner
creare un forum
Statistiche
Abbiamo 51 membri registrati
L'ultimo utente registrato è gimmi196

I nostri membri hanno inviato un totale di 441 messaggi in 119 argomenti
Forum
Accedi
Nome utente:
Password:
Connessione automatica: 
:: Ho dimenticato la password

Condividere | 
 

 PS3, novità e delucidazioni

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
dbiondo
Promosso Come Responsabile News
Promosso Come Responsabile News
avatar

Messaggi : 78
Punti Per Le Aste : 11968
Reputazione : 7
Data d'iscrizione : 17.12.10

MessaggioOggetto: PS3, novità e delucidazioni   Lun 20 Dic 2010, 01:06

Qui si parla della ps3 in generale, postate problemi, nuove uscite e future uscite, sbizzarritevi!
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
dbiondo
Promosso Come Responsabile News
Promosso Come Responsabile News
avatar

Messaggi : 78
Punti Per Le Aste : 11968
Reputazione : 7
Data d'iscrizione : 17.12.10

MessaggioOggetto: Re: PS3, novità e delucidazioni   Lun 20 Dic 2010, 01:09

Novità vintage in vista per la PS3, c'è l'accordo con la Neo Geo: la produttrice di giochi arcade per bar. Saranno disponibili i classicissimi "King of Fighers", "Soccer Brawl" e ancora "Shadow Ninja" e "Samurai Showdown".

Ed alzi la mano chi non ha mai giocato ad uno dei noti videogame coin-up (con la monetina) della Neo Geo, tutti titoli che hanno fatto la storia nelle sale giochi e che fanno tornare in mente i primi joypad analogici (che forse erano ancora joystick). Gli emulatori che consentono di giocare ai titoli di una volta sono numerosi, soprattutto per Pc, visto questo trend sempre costante la Sony ha deciso di rilasciare dieci titoli in versione rivista e compatibile sulla PS3. I giochi avranno tutti gli aggiornamenti del caso: la possibilità di giocare in multiplayer online, per confrontare i punteggi con mezzo mondo e qualche piccolo miglioramento grafico e sonoro. L'arrivo dei titoli è previsto sotto l'albero: 21 dicembre. Dunque un Natale 2010 in versione vintage e 2D!

Per dare la sensazione di essere davvero tornati agli inizi degli anni '90, SNK Neo Geo produrrà un gamepad per PS3 che sarà dotato di un D-pad a 8 vie (come quelli delle sale giochi) e completo di pulsanti per PS3 (coloratissimi) più una porta USB. Putroppo per noi però questo gamepad verrà distribuito soltanto in Giappone, dove lì sono talmente pazzi della Neo Geo al punto da giocare solo a questi titoli. Il prezzo sarà di 3.129 yen, poco più di 40 euro. I negozi specializzati Play-Asia consentiranno l'acquisto in territorio extra-asiatico al prezzo di 55 euro.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
dbiondo
Promosso Come Responsabile News
Promosso Come Responsabile News
avatar

Messaggi : 78
Punti Per Le Aste : 11968
Reputazione : 7
Data d'iscrizione : 17.12.10

MessaggioOggetto: Re: PS3, novità e delucidazioni   Lun 20 Dic 2010, 17:19

Una triologia di Tomb Raider in alta definizione?

Ormai è realtà. Dopo le ultime indiscrezioni delle scorse settimane ecco la conferma: la Trilogia conterrà Tomb Raider: Legend, Tomb Raider: Anniversary e Tomb Raider: Underworld. A rivelare la notizia è stato lo stesso Karl Stewart, Global Brand Director di Crystal Dynamics per la serie Tomb Raider, che dal suo account Twitter ha confermato le indiscrezioni a riguardo: “Sì, è ufficiale. La Trilogia di Tomb Raider su PS3 uscirà il prossimo anno. Tutti i dettagli la settimana prossima. Date uno sguardo a questo spazio”.

La trilogia è riservata alla Playstation 3 ma non sappiamo altro a riguardo, nè prezzo e nè data precisa di commercializzazione.

Ma questa conferma ci basta già a farci sognare…non vi pare?
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
dbiondo
Promosso Come Responsabile News
Promosso Come Responsabile News
avatar

Messaggi : 78
Punti Per Le Aste : 11968
Reputazione : 7
Data d'iscrizione : 17.12.10

MessaggioOggetto: Re: PS3, novità e delucidazioni   Lun 20 Dic 2010, 19:33

L'ora del giudizio è infine giunta. E' da Marzo 2007 che una quantità impressionante di videogiocatori attendeva questo momento, il seguito del messia automobilistico che da sempre si è distinto per essere una vera e propria enciclopedia dell'auto, fatta di passione ma anche tanto divertimento e una completezza invidiabile, forse mai raggiunta da altre produzioni del genere. Sono stati anni di aspettative, ritardi e di nuovi amori sbocciati, ora è il momento di mandare a riposo le proprie partner e concentrarsi su Gran Turismo 5, la cui uscita, nel bene e nel male, rappresenta un momento storico per tutti gli appassionati di cui sopra. 
Dal canto nostro sono stati sei giorni di prove intense, costanti ed estenuanti con volante e pad, e siamo infine pronti per dire la nostra sull'ultima fatica, letterale, dei giapponesi Polyphony e di Mr. Kazunori Yamauchi. Gran Turismo 5 è un titolo contraddittorio in praticamente tutti i suoi aspetti che potenzialmente come contenuti avrebbe potuto aspirare tranquillamente alla votazione massima, ma è figlio di scelte di sviluppo e di marketing estremamente criticabili, e di un mercato giapponese che fatica ad adattarsi agli standard qualitativi e di tempistiche odierni.

Prendetela pure come una barzelletta, ma una volta fissate tutte le caratteristiche del gioco (come si presenta oggi), ulteriori sei mesi per perfezionare e completare il tutto sarebbero stati una manna dal cielo e avrebbero reso giustizia piena a quello che rappresenta comunque un titolo di una profondità e complessità invidiabili, ma che chiaramente è stato messo sul mercato perché non era più tempo di attendere. Ad ogni modo e anche se questo preambolo potrebbe destare più di qualche preoccupazione, c'è tanto di buono nel gioco e non mancheremo di descriverlo nelle prossime righe.

Un’eredità difficile
Tanta acqua è passata sotto i ponti dopo GT4, tra ottime simulazioni automobilistiche e un hardware completamente nuovo per Polyphony, lo stile però è rimasto intatto, e quello che si presenta agli occhi del giocatore ha del maniacale in quanto a dettaglio, a partire naturalmente dai menu di gioco e dall'introduzione di quasi 7 minuti, una cosa raramente vista in produzioni del genere. Tra la gestione completamente configurabile dei tasti del pad, passando per la musica personalizzata presa dalla propria dashboard, per arrivare alla gestione dei volanti e dell'hud di gioco -purtroppo non completamente rimovibile- di "roba" da configurare ce n'è abbastanza.
L'installazione del gioco è quantomai consigliata per velocizzare il tutto e può essere fatta tutta assieme in circa 40/50 minuti per la bellezza di 10 GB di spazio occupato oppure in maniera dinamica e in "sottofondo" man mano che si accede alle varie piste e opzioni. Parlavamo di passione automobilistica, e la GT TV è la prima summa di questa affermazione, con una sezione dedicata a una miriade di video provenienti da manifestazioni sportive sparse in giro per il mondo oppure servizi che ruotano attorno ai migliori bolidi in circolazione, tutti di ottima qualità e con una gestione completa dei download e dei preferiti. Bando alle ciance, come sempre la serie di Gran Turismo mette a disposizione la sua parte di carriera e simulazione da un lato, e quella arcade dall'altro. Nella seconda è possibile buttarsi immediatamente in pista con il circuito e la macchina preferiti (attenzione però, alcuni si sbloccano nella modalità carriera) e scegliere tra prova libera, di derapata o una gara secondo tre livelli di difficoltà. La modalità GT è invece il viatico per l'interfaccia che rappresenta il cuore pulsante del gioco e tutto quello di buono che ha da offrire. Tra menu e sottomenu con finestre in sovraimpressione c'è il rischio di perdersi e non scorgere tutte le opzioni disponibili; l'ordine e la coerenza del tutto prendono però presto il sopravvento e si comincia ad avere confidenza con le varie scorciatoie e possibilità dopo lo smarrimento iniziale. La struttura che fa da substrato all'intera carriera di Gran Turismo 5 prevede un interessante sistema progressivo ed esponenziale a livelli, in maniera separata per le modalità A-Spec e B-Spec. La seconda può essere definita come una versione "a specchio" della prima, dove è possibile gestire negli stessi eventi una schiera di piloti con tanto di caratteristiche fisiche e mentali, metterli in pista scegliendo una tra le auto in proprio possesso e assistere alla gara con a disposizione tre comandi di base per gestire il comportamento del pilota. La rosa è invero piuttosto limitata e questa modalità è indirizzata ai super fanatici amanti della telemetria e che vogliono dilettarsi nella beltà dei replay di GT5, anche perché non esiste nessuna opzione per accelerare il tempo di gioco, cosa che sarebbe stata estremamente gradita. Ad ogni modo qualsiasi evento portato a termine con successo nelle prime posizioni oppure con il relativo trofeo permette di acquisire dei punti esperienza in aggiunta ai crediti, secondo un sistema di "grinding" che invoglia il giocatore a proseguire anche perché ogni competizione ha un prerequisito specifico di livello, così come le macchine disponibili presso i concessionari. La prima maniera per salire rapidamente è rappresentata dalle patenti, un sempreverde che in Gran Turismo 5 è completamente facoltativo ma in alcune sfide è interessante e indicato per i neofiti della serie. E' consigliabile farne il più possibile all'inizio perché i punti esperienza diventano poi bassi e portarle a compimento permette anche di ottenere qualche bonus e un bel trofeo da sfoggiare nella propria gamertag.

Motorshow
Quando il gioco si fa duro è il momento invece di dirigersi verso la sezione A-Spec, che propone cinque serie, da Principiante ad Estremo, ognuna delle quali con nove diverse competizioni secondo la classica struttura che prevede restrizioni per ognuna di esse al di là del livello per parteciparvi. Abbiamo quindi gare monomarca (le più belle ovviamente riguardano Ferrari e Lamborghini), oppure per macchine a trazione posteriore, di una certa nazionalità o continente oppure di periodi storici predefiniti. Ai livelli più alti le cose si fanno "complicate", con eventi che prevedono mini campionati o la partecipazione di bolidi da oltre 900 cavalli, per arrivare alle Formula 1, alla serie Nascar e a quella Endurance.
Questo tipo di struttura funziona abbastanza bene in chiave varietà e nell'indirizzare il giocatore a scegliere più macchine possibili ma permane qualche problema di bilanciamento perché in alcuni eventi le restrizioni sono troppo labili e quindi basta potenziare la macchina in proprio possesso per avere facilmente la meglio sugli avversari; sarebbe bastato ad esempio imporre un limite anche sul numero massimo di cavalli per mitigare questa situazione. Dove il gioco però da una decisa spinta in chiave divertimento e varietà a supporto dell'ottima progressione con i livelli è negli eventi speciali. Ad ogni scaglione è possibile partecipare a gare di kart, fare pratica con le macchine Nascar, prendere sempre più confidenza col Nurburgring e così via, fino ad arrivare alle gare di rally su neve e asfalto e al Grand Tour, una modalità molto interessante dove tramite sequenze di intermezzo si parte da Berna per arrivare a Roma attraverso varie gare dedicate. In questi frangenti il senso di progressione è perfettamente bilanciato perché la maggior parte del tempo è il gioco a decidere quale macchina utilizzare, è inoltre un interessante viatico per apprendere il diverso modello di guida della Nascar e delle macchine da rally, nonché per sbloccare ad esempio la pista del Nurburgring Nordschleife nella modalità arcade e prova libera. Senza macchine però non si va da nessuna parte, e Gran Turismo 5 mette a disposizione una quantità di crediti iniziale e due concessionari per il nuovo e per l'usato, che rappresentano anche l'elemento di distinzione per i mille e passa veicoli presenti. Nel primo caso è possibile acquistare le oramai famose macchine Premium (poco più di duecento), create ex novo per questa versione del gioco e dotate di un dettaglio incredibile dal punto di vista poligonale, dei dettagli esterni ma anche degli interni, con la visuale da cruscotto (su tre livelli diversi di zoom) estremamente dettagliata e quella posteriore con elementi che hanno quasi del maniacale; una vera e propria prova di forza da parte di Polyphony per una qualità semplicemente inarrivabile altrove. Il concessionario dell'usato mette invece a disposizione in maniera ciclica (come avviene in GT per PSP) le auto standard, che sono state mutuate dal precedente capitolo e portate in alta definizione con leggeri ritocchi. La loro qualità giocoforza è inferiore e dipendente da modello a modello, lo si nota poco in pista quando si è concentrati sulla gara, molto di più nei replay o quando si scattano foto, senza contare che per questi modelli non è disponibile la visuale dal cruscotto, i danni estetici (ci ritorneremo tra poco) sono meno visibili e c'è qualche possibilità di personalizzazione in meno (gli infami cerchioni ad esempio, tanto cari ai nostri utenti del forum di Console War Wink). La quantità di macchine è elevatissima quindi, la varietà buona ma non eccelsa perché spesso e volentieri ci sono molteplici modelli dello stesso veicolo a fronte di qualche mancanza strana (rivolta soprattutto ai modelli degli ultimi due anni delle vetture di media/bassa cilindrata), cosa che mitiga un po' la "potenza" di questo numero. Inutile dire che questo stacco tra modelli standard e premium porta a scegliere e spendere crediti quando possibile unicamente su quest'ultima tipologia, anche perché per definizione chi gioca Gran Turismo 5 ama l'automobilismo e vedere le premium nei replay ma anche nei dettagli fa bene al cuore e agli occhi.
Gran Turismo 5 - Videorecensione

In pista
In tal senso la sezione denominata viaggio fotografico è la sintesi estrema della passione che Polyphony ha messo nella sua creatura, cosa che non potrà essere mai criticata. Si sceglie uno degli scenari presenti (alcuni si sbloccano col Grand Tour) tra Kyoto, Berna ma anche San Gimignano e Siena - Mr. Yamauchi adora l'Italia, lo si nota in tanti piccoli dettagli - si imposta il posizionamento della telecamera e infine quello della macchina in maniera certosina, con addirittura il posizionamento delle ruote e lo stato acceso/spento di abbaglianti e anabbaglianti. A questo punto si accede al photo mode (disponibile anche per i replay) dove ci sono una serie di menu che faranno gongolare gli appassionati di fotografia, con la gestione dei filtri, della focale, dell'apertura e così via. Il risultato è incredibile e si possono creare dei veri e propri poster a 1080p da utilizzare come sfondo o semplicemente da guardare per gaudio personale. E' il momento di scendere in pista finalmente! La serie di Gran Turismo è sempre stata famosa per proporre un modello di guida estremamente divertente ma poco aderente al sottotitolo di cui si fregia (The Real Driving Simulator), in Gran Turismo 5 questa tradizione è mantenuta ma con qualche risultato maggiormente apprezzabile.
Partiamo dalla fisica e dal modello di guida, i passi avanti rispetto a GT Prologue sono decisamente evidenti nel comportamento della vettura, a patto ovviamente di avere tutti gli aiuti (TCS, ABS, ESP, antipattinamento) disattivati. Il diverso tipo di trazione e il settaggio della macchina a partire da ruote e sospensioni incidono visibilmente sulla reazione dell'auto in pista, con una gestione credibile del sottosterzo e sovrasterzo e delle reazioni nervose in relazione al tipo di motore che si ha sotto il cofano, senza contare la diversa aderenza in caso di pioggia oppure su sterrato e neve. Ovviamente il realismo e il divertimento "esplodono" quando si ha a che fare con i bolidi più potenti, dove il senso di velocità è assolutamente appagante e dove il bilanciamento della fisica porta naturalmente a divertirsi e a voler provare le piste più e più volte. Quando a scendere in campo ci sono poi "mostri sacri" quali il Nurburgring Nordschleife, Suzuka o il Circuit de la Sarthe che ospita la 24 ore di Le Mans, guidare nell'ultima fatica di Polyphony è un'esperienza da ricordare in tutto e per tutto. Il pad assolve al suo scopo ed è completamente configurabile nei suoi tasti, purtroppo l'annoso problema dei grilleti del Dual Shock 3 crea qualche problema quando si vuole giocare ad esempio senza ABS e in generale non è l'ideale per apprezzare al massimo la fisica di gioco oppure ad esempio per le Nascar, dove mantenere la traiettoria è quasi vitale per ottenere l'oro. Il volante quindi è a ragione la soluzione definitiva per godere appieno di Gran Turismo 5. Nella nostra prova specifica abbiamo utilizzato il gioco grazie al Porsche 911 GT3 RS messo gentilmente a disposizione dal produttore tedesco Fanatec con tanto di pedaliera in alluminio e stand. In questa configurazione il titolo Polyphony diventa ancora più appagante ma anche più impegnativo nella gestione delle curve e nell'evitare i testacoda, dove ogni cordolo si "sente" maggiormente e il ritorno di forza contribuisce al realismo del tutto. Come fatto intendere più volte Polyphony ha impostato Gran Turismo 5 come un videogioco progressivo dove si sbloccano man mano le cose e si accede a gare sempre più impegnative. La stessa cosa vale per la bravura degli avversari e l'intelligenza artificiale, che nelle competizioni di livello più alto abbandona (anche se non del tutto) i famosi trenini in luogo di battaglie più credibili, fuori pista e anche qualche testacoda e sportellata nei propri confronti.

Si rompe o no?
Purtroppo non è tutto rose e fiori, a partire dai danni estetici e meccanici, storica mancanza della saga. In questo capitolo i primi sono presenti e per quanto riguarda le auto premium anche molto convincenti dal punto di vista prettamente visivo. Il problema è che bisogna schiantarsi molte volte e ad alta velocità per vedere effetti coerenti, senza contare che alcune macchine arrivano a perdere paraurti o portiere, altre ad avere deformazioni come valore massimo e le standard si riducono a graffi e poco altro, per un risultato che appare più abbozzato che realistico. Dopo aver superato ampiamente il livello 20 e raggiunto le gare estreme possiamo affermare inoltre che la presenza dei danni meccanici è limitata al consumo delle gomme e a quello della benzina in gare specifiche così come la revisione del motore e il ripristino della rigidità della macchina dopo diversi eventi completati, ma siamo al minimo sindacale e probabilmente il resto è stato eliminato a causa del prolungarsi dei tempi di sviluppo. In realtà i danni sono assolutamente una mancanza che incide solo relativamente sul gameplay; a nostro modo di vedere invece il più grosso difetto di Gran Turismo 5 è rappresentato dalle collisioni, che stonano decisamente con l'ottimo modello di guida. Anche se l'effetto è mitigato e alcuni eventi prevedono penalità in secondi piuttosto che squalifica in caso di fuoripista, urto con guardrail e altre macchine, anche in quest'ultima fatica di Polyphony giocare di rimbalzo può essere utilizzato a proprio favore in taluni casi per non perdere troppi secondi sul giro.
Gli stessi incidenti e cappottamenti sono poco realistici a partire perfino dal rumore dello scontro, che sembra più da rimbalzo piuttosto che da crash come ci si aspetterebbe. Esistono anche alcuni comportamenti anomali perché essere toccati da dietro porta non poche volte al testa coda come ci si aspetterebbe, mentre capita più di rado tamponando l'avversario o giocando di sponda. Sia ben chiaro, la struttura delle gare e i vari campionati portano ad avere una guida pulita e a ridurre l'incidenza di quanto scritto qui sopra, fatto sta che quanto descritto fa storcere il naso. Dulcis in fundo, non poteva mancare uno dei cardini della serie di Gran Turismo, ovvero una minima personalizzazione e il tuning di tutte le autovetture presenti. Sotto la voce GT Auto c'è la possibilità di lavare la macchina, cambiare l'olio e inserire ad esempio alcuni elementi aerodinamici come spoiler anteriori e posteriori; c'è inoltre la possibilità di cambiare cerchioni e preparare la macchina da gara per alcuni modelli. Il tuning invece mette a disposizione tutto ciò che ci si aspetterebbe con il potenziamento di motore, turbina, volani, gomme e la completa personalizzazione di sospensioni, differenziale e cambio, una goduria per tutti gli amanti della customizzazione anche se c'è qualche semplificazione come ad esempio la gestione dei freni, limitata solo alla ripartizione della potenza tra i due assi. Anche qui però esiste una grossa incongruenza, ovvero il fatto che il prezzo delle modifiche è identico per ogni tipo di macchina, che sia essa una Fiat 500 piuttosto che una Lamborghini Murcielago; il risultato porta a uno sbilanciamento nella gestione dei crediti oltre che a essere molto poco realistico.

L'aspetto tecnico
Non ci siamo dimenticati del comparto tecnico! Il titolo Polyphony gira a 1080p (con la risoluzione nativa orizzontale scalata via hardware) e a 60 fotogrammi al secondo per la maggior parte delle volte, anche se non mancano fenomeni di tearing, ovvero quando l'immagine si "spezza" letteralmente in due per un attimo allo scopo di mantenere la fluidità, oppure qualche rallentamento nelle situazioni più concitate, con tutti gli avversari visibili o in particolari tracciati. Ad ogni modo il tutto è impressionante per la maggior parte del tempo, con un ottimo senso di velocità, il dettaglio elevato delle macchine, una gestione dell'illuminazione eccezionale nelle fonti di luce, nei riflessi oppure all'uscita da gallerie, per arrivare alla realizzazione di alcuni tracciati decisamente piacevole, soprattutto in circuiti cittadini come ad esempio Londra e Tokyo Route 246, che brillano per pulizia, definizione e complessità. L'impatto pone il titolo sicuramente sopra la media in quanto a qualità grafica però anche in questo caso c'è disparità di trattamento nella gestione di alcune ombre, semplificate per alleggerire il carico, o nella realizzazione di diversi tracciati quali Trial Mountain oppure l'autodromo di Monza, molto più scarni di dettaglio, texture e definizione.
Polyphony è stata poi sempre maestra nel restituire un impatto eccezionale pur utilizzando diversi sotterfugi tecnologici, e quindi se da un lato le gare sotto la pioggia piuttosto che quelle su sterrato sono un piacere per gli occhi, non è facile scorgere ad esempio le carrozzerie delle macchine che non si bagnano oppure che il bellissimo pulviscolo che esce dal retro della macchina nei rally è in realtà indipendente da quello presente sul suolo. Dulcis in fundo il comparto sonoro dispone innanzitutto di una sontuosa colonna sonora fatta di 189 brani e con la possibilità di importarne di propri dalla dashboard, lo stile è quello classico con brani di musica alternativa (e il main theme "Planetary" dei My Chemical Romance), elettronica ma anche classica e jazz. L'audio delle autovetture ha subito un avvertibile miglioramento - pur sempre con alti e bassi - rispetto al passato, con vette qualitative per alcuni modelli di auto dove il suono è piuttosto realistico e "cattivo" come ci si aspetterebbe, oppure in seguito al tuning, dove la macchina decanta tutti i cavalli a propria a disposizione. Rimane l'infame "bum" in occasione delle collisioni, ma questo è un altro discorso...

Gran Turismo 5 mette a disposizione 59 trofei, dei quali 3 argento, 1 oro e 8 segreti. Per ottenerli tutti bisogna portare a compimento le patenti, tutti gli eventi della modalità A-Spec o B-Spec, quelli speciali e raggiungere il livello 40 in entrambe le configurazioni. Altri trofei sono legati allo scattare foto in particolari momenti, raggiungere i 400 Km/h, accumulare e spendere una quantità impressionante di soldi e così via. Niente di troppo complicato quindi, ma per ottenere l'agognato platino sono necessarie decine e decine di ore di gioco.
Socialità e multigiocatore
Con Gran Turismo 5 Polyphony è stata molto brava a curare l'aspetto sociale del gioco grazie innanzitutto alla possibilità di creare tracciati mediante una sezione dedicata e impostando il tema tra sette disponibili, il numero di sezioni e alcune caratteristiche per ognuna di esse come l'asperità delle curve, la loro ampiezza e il tempo meteorologico. A questo punto il tutto è affidato a un generatore casuale e alla possibilità di utilizzare la pista in modalità arcade o condividerla con i propri amici online. Sempre in ottica condivisione c'è tutto un sistema di scambio macchine e oggetti quali vernici, ruote e perfino clacson che possono essere inviati e ricevuti, anche perché ad ogni livello conseguito o gara completata il gioco elargisce modelli nuovi di auto piuttosto che oggetti di cui sopra. Sotto la voce comunità è presente infine la propria pagina personale con la lista amici e la gestione dei regali e dei messaggi privati, nonché la possibilità di creare la propria stanza multigiocatore. A questo punto si può generare una competizione con una moltitudine di opzioni a disposizione, a partire dalla scelta del meteo sulla pista, l'orario di partenza, la penalità in caso di scontri, il realismo di aderenza della macchina su bagnato e sul bordo pista; il tutto fino a 16 giocatori più altri 16 che possono assistere alla gara, senza dimenticare la chat vocale. Nella nostra prova, a parte qualche problema che il gioco sta avendo in seguito all'apertura dei server, non abbiamo riscontrato particolari problemi di lag e il tutto è filato via liscio senza difficoltà. Il multiplayer quindi è potenzialmente molto interessante in quanto a possibilità ma purtroppo è anche la sintesi perfetta di come lo sviluppo del gioco sia stato tribolato: oltre alla lobby con tutte le stanze disponibili non esiste infatti uno straccio di matchmaking o un qualsiasi tipo di ricompensa per il giocatore, che possa essere monetaria o di esperienza.
Manca cioè qualsiasi tipo di struttura progressiva come accade per la carriera, il che è davvero un grosso peccato. Al pari di tutti gli episodi della serie, Gran Turismo 5 è inoltre una vera e propria dichiarazione d'amore al Time Trial, al ripetere decine di volte lo stesso tracciato alla ricerca del miglior tempo e settaggio della macchina. L'assenza delle classifiche online rappresenta quindi una mancanza imperdonabile nel 2010, che magari potrà essere colmata con una prossima patch, ma che attualmente limita di molto il potenziale di questa parte di gioco.


Ultima modifica di dbiondo il Lun 20 Dic 2010, 23:30, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
dbiondo
Promosso Come Responsabile News
Promosso Come Responsabile News
avatar

Messaggi : 78
Punti Per Le Aste : 11968
Reputazione : 7
Data d'iscrizione : 17.12.10

MessaggioOggetto: Re: PS3, novità e delucidazioni   Lun 20 Dic 2010, 19:53


video di bassa qualità ma che mostra una parte di gameplay, sarà bellissimo affettare i nemici Shocked
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Nathan Drake
Promosso Come Responsabile Torrent e Guide Trofei
Promosso Come Responsabile Torrent e Guide Trofei
avatar

Messaggi : 236
Punti Per Le Aste : 12164
Reputazione : 36
Data d'iscrizione : 15.11.10
Età : 20
Località : Inferno (DA)

MessaggioOggetto: UNCHARTED 3 NIENTE MOVE   Lun 20 Dic 2010, 22:10

Su un articolo che verrà pubblicato nel prossimo numero della rivista Edge appare un intervista ai programmatori di Uncherted 3: drake's deception. In questa intervista gli sviluppatori hanno affermato che da parte di Sony non ci sono mai state pressioni per una implementazione del move e del sixasis nel gioco; in questo modo i programmatori hanno potuto continuare la programmazione senza dover necessariamente inserire sessioni di gioco in cui si potesse utilizzare il nuovo controller di movimento Sony. Da ciò si può dedurre che probabilmente il nuovo gioco Naughty Dog non supporterà ne il move nè il sixasis. Vi ricordiamo che il gioco è atteso per l'1 novembre 2011 e vi invitiamo come sempre a stare sulle nostre pagine in attesa di ulteriori notizie.



DISPIACE A TUTTI QUELLI CHE SPERAVANO CHE UNCHARTED 3 FOSSE CON IL MOVE Sad
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Nathan Drake
Promosso Come Responsabile Torrent e Guide Trofei
Promosso Come Responsabile Torrent e Guide Trofei
avatar

Messaggi : 236
Punti Per Le Aste : 12164
Reputazione : 36
Data d'iscrizione : 15.11.10
Età : 20
Località : Inferno (DA)

MessaggioOggetto: Un Trailer musicale per LittleBigPlanet 2   Lun 20 Dic 2010, 22:14

Sony rilascia un nuovo trailer per una delle esclusive per Playstation 3 più attese del prossimo anno. Il video mostra come l'editor, già vastissimo, sia stato arricchito di interessanti varianti sul sonoro. Ricordiamo ai nostri utenti che LittleBigPlanet 2 verrà rilasciato il 19 gennaio 2011.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
dbiondo
Promosso Come Responsabile News
Promosso Come Responsabile News
avatar

Messaggi : 78
Punti Per Le Aste : 11968
Reputazione : 7
Data d'iscrizione : 17.12.10

MessaggioOggetto: Re: PS3, novità e delucidazioni   Lun 20 Dic 2010, 22:16

io direi meglio così uncharted non è, e non sarà mai, un gioco da move, non avrebbe senso mettere questa funzione... Surprised
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Nathan Drake
Promosso Come Responsabile Torrent e Guide Trofei
Promosso Come Responsabile Torrent e Guide Trofei
avatar

Messaggi : 236
Punti Per Le Aste : 12164
Reputazione : 36
Data d'iscrizione : 15.11.10
Età : 20
Località : Inferno (DA)

MessaggioOggetto: Re: PS3, novità e delucidazioni   Lun 20 Dic 2010, 22:18

NON è CHE NON HA SENSO POTEVANO METTERE UN PACCHETTO AGGIUNTIVO COME HANNO FATTO CON LBP CON IL MOVE QUALCHE MISSIONE DI UNCHARTED 3 SE NON SONO PRESENTI NEL GIOCO Very Happy
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
dbiondo
Promosso Come Responsabile News
Promosso Come Responsabile News
avatar

Messaggi : 78
Punti Per Le Aste : 11968
Reputazione : 7
Data d'iscrizione : 17.12.10

MessaggioOggetto: Re: PS3, novità e delucidazioni   Lun 20 Dic 2010, 22:23

sarebbe troppo complicato, anzi impossibile, controlli impossibili, meglio così
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Nathan Drake
Promosso Come Responsabile Torrent e Guide Trofei
Promosso Come Responsabile Torrent e Guide Trofei
avatar

Messaggi : 236
Punti Per Le Aste : 12164
Reputazione : 36
Data d'iscrizione : 15.11.10
Età : 20
Località : Inferno (DA)

MessaggioOggetto: Re: PS3, novità e delucidazioni   Lun 20 Dic 2010, 23:21

hai ragione
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Nathan Drake
Promosso Come Responsabile Torrent e Guide Trofei
Promosso Come Responsabile Torrent e Guide Trofei
avatar

Messaggi : 236
Punti Per Le Aste : 12164
Reputazione : 36
Data d'iscrizione : 15.11.10
Età : 20
Località : Inferno (DA)

MessaggioOggetto: Sony stila la lista dei titoli compatibili con il 3D   Lun 20 Dic 2010, 23:21

Sony Computer Entertainment ha rivelato oggi la lista dei titoli disponibili e in arrivo compatibili con la stereoscopia 3D per Playstation 3:

Disponibili
Call of Duty: Black Ops
Enslaved: Odyssey to the West
EyePet
The Fight: Lights Out
Gran Turismo 5
High Velocity Bowling
Hustle Kings
James Cameron's Avatar: The Game
MotorStorm: 3D Rift
NBA 2K11
PAIN
Prince of Persia Trilogy
The Sly Collection
Super Stardust HD
Swords and Soldiers
TRON: Evolution
Tumble
WipEout HD

2011
Crysis 2
de Blob 2: Underground
Dungeon Defenders
Ico and Shadow of the Colossus Collection
Killzone 3
Mortal Kombat
MotorStorm Apocalypse
Virtua Tennis 4
Uncharted 3: Drake's Deception
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
dbiondo
Promosso Come Responsabile News
Promosso Come Responsabile News
avatar

Messaggi : 78
Punti Per Le Aste : 11968
Reputazione : 7
Data d'iscrizione : 17.12.10

MessaggioOggetto: Recensione Enslaved:Odyssey to the West   Mar 21 Dic 2010, 00:52

Col progredire della qualità grafica, alcune tipologie video ludiche hanno intrapreso una strada che le ha portate, anno dopo anno, ad avvicinarsi sempre di più al linguaggio cinematografico. Ultimamente gli sviluppatori non devono neanche più cercare di copiare la settima arte, ma possono contare ormai sempre più spesso su nomi importanti provenienti direttamente dall’industria cinematografica. Enslaved: Odyssey to the West appartiene a questa categoria essendo un progetto nato dalla penna dello sceneggiatore Alex Garland (fidato collaboratore di Danny Boyle per il quale ha scritto The Beach, 28 Giorni Dopo e Sunshine), musicato dal bravissimo Nitin Sawhney, ma soprattutto interpretato da Andy Serkis (il Gollum della trilogia di Peter Jackson). Un’insieme di artisti che in collaborazione con Ninja Theory, sviluppatori che diedero alla luce il controverso Heavenly Sword, hanno prodotto un titolo esteticamente meraviglioso, un gioco che punta prima di ogni altra cosa ad emozionare.

If I die, you die…
Se negli ultimi mesi avete seguito le nostre pagine, non sarete certamente estranei alle vicende che vi vedranno protagonisti in Enslaved: Odyssey to the West. Vi sveleremo comunque ben poco della trama, lasciandovi il piacere di scoprire uno degli elementi meglio riusciti del titolo. Ispirato alla favola cinese “Viaggio verso ovest” il plot vi metterà nei panni di Monkey, burbero lupo solitario che in un mondo post-apocalittico si ritrova suo malgrado ad aiutare una giovane ragazza di nome Trip nella sua fuga verso casa. Non lasciatevi ingannare dalla premessa, la storia riuscirà a stupirvi tenendovi incollati allo schermo grazie a colpi di scena ben orchestrati, all’ottimo ritmo ed a dialoghi finalmente scritti con intelligenza. La regia sottolineerà i diversi momenti con grande competenza mettendo in scena filmati di intermezzo altamente emotivi e graziati da una recitazione virtuale capace di oscurare gran parte della concorrenza.
Il motore trainante dell’intera avventura sarà la collaborazione tra i due protagonisti, un rapporto che si evolve da semplice sopportazione a stima reciproca, due sopravvissuti in un mondo ostile che imparano ad aiutarsi a vicenda. Così controllando Monkey potrete muovervi agilmente per i livelli in fasi di gameplay che strizzano l’occhio ai vari Prince of Persia e Tomb Raider e altre più action dove vi dovrete fare largo tra robot spietati adoperando al meglio il vostro bastone. Trip diverrà rapidamente una preziosa alleata la quale, grazie alle grandi abilità che possiede, vi fornirà informazioni utili per studiare le varie sezioni di gioco e scegliere quindi quali strategie adottare, ma potrà anche partecipare più attivamente, ad esempio attirando verso di sé l’attenzione dei nemici. Tramite una semplice interfaccia, potrete anche ordinarle di muoversi o di compiere altre azioni che varieranno contestualmente alla situazione. Ancora, sarà in grado di migliorare le vostre caratteristiche attraverso un semplice sistema di upgrade nel quale, spendendo le sfere luminose che raccoglierete durante le vostre esplorazioni, potrete incrementare l’energia, lo scudo o imparare nuove mosse. Inizialmente i combattimenti non vi causeranno troppi problemi, ma da un certo punto in avanti i robot si presenteranno in gruppi sempre più numerosi e, grazie alla differenti capacità che li caratterizza, vi proporranno una sfida decisamente più impegnativa ed appagante. Anche le azioni che potrete compiere aumenteranno seguendo l’evoluzione del protagonista e vi garantiranno manovre sempre più elaborate. Gli sviluppatori avevano presentato i combattimenti come più vicini a puzzle da risolvere in modo strategico, piuttosto che semplici scontri in cui sfogare la propria forza, ed effettivamente Enslaved vi richiederà spesso di utilizzare le capacità dei due protagonisti per avere la meglio in situazioni troppo rischiose da affrontare a bastone spianato. Vi troverete quindi a dover coordinare Monkey e Trip, a volte coinvolti alla pari, altre invece con quest’ultima sulle vostre spalle e da portare al sicuro.
Ogni livello presenterà un’alternanza tra le varie componenti, introducendo alcune varianti come le spettacolari boss fight o delle sezioni da affrontare a bordo della vostra nuvola, una sorta di tavola antigravitazionale. La varietà non manca, visto che potrete anche combattere dalla distanza sparando colpi al plasma (facendo ben attenzione alle munizioni, presenti in numero molto limitato), assaltare delle torrette per poi sfruttarle a vostro vantaggio, risolvere semplici enigmi ambientali e così via. Il gameplay di Enslaved può essere quindi descritto in poche righe, ma a trascinarvi fino ai titoli di coda non saranno le particolari meccaniche, quanto piuttosto la forte carica emotiva che il titolo riesce a trasmettere. La relazione tra i due personaggi principali evolve attraverso le scene animate, ma allo stesso tempo si amalgama perfettamente con le fasi giocate così che vi ritroverete vostro malgrado ad affezionarvi agli occhioni verdi di Trip e semplici sezioni action si trasformeranno in momenti visceralmente coinvolgenti.

Quando i dettagli fanno la differenza
Ninja Theory ha lavorato molto affinché ogni elemento trovasse un proprio posto all’interno del mondo ricreato per il gioco. Ad esempio l’interfaccia viene introdotta come una nuova funzione della fascia metallica posta sulla testa di Monkey, utile per ricevere diverse informazioni in modo sempre tempestivo. O ancora, nelle prime fasi di gioco Monkey chiede alla sua compagna di viaggio di muoversi, ma lei, paralizzata dalla paura, rimane immobile, facile bersaglio di un robot armato di mitragliatrice. Una volta eliminato il pericolo, il nerboruto protagonista le intima rabbiosamente di fare sempre quello che lui le dice ed ecco che nell’interfaccia di gioco acquisirete la possibilità di ordinare alla donzella di seguirvi o di restare ferma. Per quanto riguarda l’ambientazione, invece, il titolo non spiega che cosa sia accaduto alla terra ma stuzzicherà la vostra fantasia con svariati indizi.
Purtroppo la stessa cura non è stata riposta nel rifinire alcuni elementi più tecnici. Ad esempio Monkey non risponde alle sollecitazioni con tempestività o le sezioni platform evidenziano la propria natura guidata non permettendovi di saltare a piacimento e costringendovi a seguire dei binari predefiniti. Inoltre la telecamera, in grado di prodigarsi in movimenti ricercati ed accattivanti, risulterà spesso spettacolare quanto scomoda, tutti dettagli che avrebbero meritato una cura pari a quella riservato ad altri aspetti della produzione, ma che alla fine non influiscono più di tanto la godibilità del gioco.

L’Unreal Engine va a scuola d’arte
Enslaved: Odyssey to the West è un titolo dal grande valore artistico ed in quanto tale presenta un comparto estetico di altissimo livello. L’Unreal Engine 3 è stato sfruttato a dovere per ricreare ambientazioni disegnate con grande abilità e che spaziano da visioni post-apocalittiche di una New York dominata dalla vegetazione a spettacolari scorci naturali, passando per lande desolate e molto altro. Ma è nella caratterizzazione dei personaggi che il gioco riesce a distinguersi e ad insegnare veramente qualcosa alla concorrenza. A parte il ricercato character design, il titolo Ninja Theory ripropone la medesima tecnologia già vista all’opera in Hevenly Sword capace di catturare le performance di attori reali per dare vita a personaggi digitali sorprendenti. Andy Serkis ha prestato le proprie movenze e la propria voce per dare vita ad un Monkey assolutamente credibile e coinvolgente grazie ad espressioni facciali capaci di dare consistenza alle cut-scene, dirette con grande competenza e che trasmettono molto anche solo con un sorriso o uno sguardo. Non è ovviamente da meno Trip che con i suoi grandi occhi verdi vi irriterà inizialmente per poi sedurvi e convincervi realmente ad accompagnarla e a tenerla al sicuro.
Purtroppo a rovinare un quadro altrimenti di spicco ci pensano diversi difetti di natura esclusivamente tecnica, come una scarsa pulizia video, ombre poco precise, tearing e qualche saltuario rallentamento. Nulla di particolarmente grave, ma ancora una volta parliamo di dettagli che se perfezionati avrebbero potuto elevare ulteriormente il livello dell'opera.
Di alto profilo anche l’accompagnamento sonoro caratterizzato da musiche sempre perfettamente a proprio agio nel sottolineare i vari momenti di gioco e che riescono anche a distinguersi con arrangiamenti ed armonie non banali. La parte da leone la fanno ovviamente le voci dei due protagonisti, da godere rigorosamente in versione originale; privarsi della perfetta amalgama tra recitazione virtuale e voci degli attori reali sarebbe un vero delitto.
In conclusione citiamo il problema probabilmente maggiore del gioco, ovvero la longevità. L’avventura vi terrà occupati per una decina abbondante di ore, ma non avrete ragioni per riprendere in mano il titolo se non le stesse che magari vi portano a rivedere il medesimo film più volte.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
dbiondo
Promosso Come Responsabile News
Promosso Come Responsabile News
avatar

Messaggi : 78
Punti Per Le Aste : 11968
Reputazione : 7
Data d'iscrizione : 17.12.10

MessaggioOggetto: Re: PS3, novità e delucidazioni   Mar 21 Dic 2010, 13:27


Questa recensione contiene giocoforza alcuni spoiler, siate clementi con le offese nei commenti (al massimo un paio a testa) perché è impossibile non farne parlando di Assassin's Creed Brotherhood. Il successo del secondo capitolo e le splendide qualità estetiche e storiche del nostro Bel Paese hanno prodotto infatti un seguito a tutti gli effetti prima del cambio di ambientazione che ci sarà col prossimo episodio, seguito che comincia esattamente dove finisce il precedente, con Ezio Auditore da Firenze che si trova all'interno della Cappella Sistina dopo due "chiacchiere" con Rodrigo Borgia e interessanti risvolti sulla mela dell'eden, filo conduttore della storia fin dal titolo originale. La Roma di fine 1400 è quindi l'assoluta protagonista di Brotherhood, nelle sue vesti imponenti e in una mappa che dispone di una buona parte dei luoghi di riferimento famosi che appartengono alla città eterna, partendo dal Colosseo, passando per Porta Nomentana e arrivando a San Pietro, Campidoglio e così via.
In parallelo c'è la vita attuale (anzi futura, nel 2012) di Desmond Miles, che grazie ad un macchinario chiamato Animus cerca di rivivere i ricordi dei propri antenati assassini in lotta secolare con i templari, e scoprire l'ubicazione della mela per evitare che questi ultimi ne vengano in possesso. In questo capitolo a rivivere saranno le vicende di Roma quindi, dove la confraternita degli assassini è in combutta per liberare la città dall'estrema influenza dei Borgia, che vede come personaggi chiave tra gli altri Cesare, Lucrezia e lo stesso Rodrigo.

La fratellanza non è una danza
La struttura di Assassin's Creed Brotherhood, com'era lecito aspettarsi, riprende nelle fondamenta e in maniera pedissequa quella del secondo capitolo, con la visuale in terza persona e il sistema di controllo dove grazie alla combinazione dei tasti R1 e X è possibile correre, zompettare e arrampicarsi praticamente ovunque, secondo una dinamica naturale e oramai assodata. La storia si dipana ugualmente attraverso le ben note sequenze genetiche, con il tassello successivo visibile sulla mappa mediante un apposito punto esclamativo, le missioni secondarie rappresentate da icone differenti e le sezioni di Roma che diventano disponibili man mano che si procede nell'avventura. Le prime novità che saltano all'occhio sono rappresentate dalla possibilità di cavalcare all'interno della città (curiosamente non galoppare, probabilmente per problemi di frame rate o generazione degli edifici in vicinanza) e dal fatto che ogni missione, sia essa principale, secondaria oppure extra, può essere rigiocata in qualsiasi momento mediante il menu DNA, con estrema felicità dei cacciatori di trofei (chi ha giocato il secondo capitolo sa di cosa stiamo parlando). In realtà c'è un'ulteriore e fondamentale differenza, ogni sequenza può essere infatti completata al 50 oppure al 100% in relazione ad una condizione secondaria che deve essere portata a compimento. Tra le tante: completare la missione entro un certo lasso di tempo, senza essere scoperti, uccidendo l'obbiettivo con la lama celata o con la balestra e così via. Il "premio" che si ottiene si traduce in rigiocabilità, varietà perché il gioco porta ad affrontare in maniera diversa le missioni, ma anche in ricordi aggiuntivi che compaiono sulla mappa di gioco. Abbandonata Monteriggioni (ma apparirà più di una volta durante l'avventura, non disperate) tutta la sezione "micromanageriale" di Ezio Auditore e della sua confraternita è stata estesa a Roma nella sua interezza. E' disponibile ovviamente un nuovo covo ma adesso il concetto di guadagno ruota attorno al restauro di alcune strutture presenti all'interno della città capitolina, a partire dalle varie botteghe per arrivare alle strutture imponenti di cui sopra, le quali una volta restaurate ad un costo variabile permettono di generare degli introiti che vengono depositati infine a cadenza regolare in botteghe che fungono da banco.
Ogni distretto contenente negozi e strutture va però innanzitutto liberato dall'influenza dei Borgia, attraverso una "prassi" che prevede l'uccisione del capitano in comando e l'appiccare il fuoco presso la rispettiva torre adornata di vessilli appartenenti ai tanti odiati nobili. Prima di focalizzarci sui pregi e difetti del gioco vorremo concludere la descrizione con altri tre grossi elementi distintivi di questo Assassin's Creed Brotherhood, che ne determinano anche i punti di forza. Al di là delle varie missioni secondarie di gilda e fazione, le cripte del secondo capitolo hanno come alter ego in questo le sei sale di Nerone, ognuna delle quali nasconde una chiave per accedere alla tomba di Romolo. Questi santuari propongono principalmente lunghe e piacevolissime sezioni platform dove il controllo di Ezio è un vero e proprio balletto tra sporgenze e appigli, e dove il tutto è armonioso e naturale a patto di giocare un po' con la telecamera manuale per evitare di fare un salto nel vuoto. A fare poi da supporto all'introduzione di pistola e paracadute in fatto di invenzioni tecnologicamente avanzate, in Brotherhood non manca la presenza di Leonardo con ulteriori archibugi decisamente letali. Il problema è che in questo caso li ha sviluppati sotto minaccia per i Borgia, ed ecco quindi comparire altre missioni dove Ezio deve prima bruciare il progetto e poi impossessarsi dell'invenzione stessa per avere la meglio degli avversari e distruggerla (purtroppo!) in ultima battuta. Il risultato? Frangenti di gioco divertentissimi dove è possibile governare cannoni navali, carroarmati rudimentali piuttosto che deltaplani. Queste sezioni sono anche una "scusa" per proporre al giocatore ambientazioni differenti da quelle di Roma: si va infatti a fare visita al Castel dell'Ovo a Napoli, al Monte Circeo, alla Valnerina ma anche Firenze e Venezia, ovviamente in configurazione ridotte ma piacevoli da vedere e affrontare.

A chiudere il cerchio descrittivo abbiamo la possibilità per Ezio di assoldare letteralmente adepti assassini, che una volta allenati possono essere richiamati per fare il lavoro sporco senza allertare le guardie, grazie ad un'apposita barra posta subito dopo quella dell'energia. La loro gestione è quasi da GDR, acquisiscono infatti esperienza, salgono di livello e mediante apposite colombaie sparse per la mappa di gioco è possibile assegnare ad ognuno alcuni punti abilità piuttosto che mandarli in giro per l'Europa a completare missioni che restituiscono quantitativi differenti di soldi, oggetti e punti esperienza, in base al livello di difficoltà e alla fattibilità. Detto questo, Assassin's Creed Brotherhood si porta dietro ancora una volta due difetti oramai storici della saga. L'intelligenza artificiale innanzitutto, praticamente identica e ancora una volta non convincente in fase di individuazione di Ezio piuttosto che nei combattimenti. Per quanto riguarda questi ultimi l'utilizzo del calcio sui gioielli di famiglia piuttosto che i contrattacchi che si eseguono con R1 più quadrato permette di avere la meglio in qualsiasi situazione e senza patemi, senza contare che gli adepti assassini aggiungono divertimento e varietà ma rendono i combattimenti stessi ancora più facili. La situazione migliora nelle missioni che vanno portate a termine senza essere scoperti, ma anche in questo caso esistono diversi "trucchetti" per fregare l'intelligenza artificiale nella maggior parte delle occasioni. Di riflesso il livello di sfida del gioco è piuttosto basso, ci si deve mettere proprio di impegno per morire ed è chiaro ancora una volta come il titolo Ubisoft punti tutto sull'esperienza di gioco e sul divertimento per accalappiare il giocatore fino al suo completamento, in un parallelo concettuale che ci piace fare con Fable II. Avrete però già scorto il voto decisamente positivo a questo punto della lettura, Assassin's Creed Brotherhood anche a causa dei difetti di cui sopra non riesce a fare il salto verso il capolavoro assoluto, migliora però praticamente ogni aspetto del precedente capitolo nella misura in cui rimane estremamente divertente, dispone di una varietà incredibile ed elimina quasi tutti i punti di noia presenti in passato (pensate anche alle gallerie sotterranee per muoversi velocemente tra tutti i punti della città), senza contare le piacevoli aggiunte e l'impianto narrativo che anche in questo caso prevede un finale col botto.
Facendo un confronto diretto, probabilmente l'avventura principale può essere portata a termine in un quantitativo di ore inferiore (sulle 10-15) rispetto al secondo episodio, fatto sta che nella nostra prova su strada siamo stati portati in maniera naturale a completare il gioco facendo gran parte delle missioni secondarie e degli extra, con il nostro contatore fissato sulla bellezza di 23 ore. Non ci siamo dimenticati del comparto tecnico! Roma è bellissima da vedere con la sua varietà, vegetazione e i luoghi conosciuti. L'eccellenza l'abbiamo nella realizzazione delle strutture più imponenti e negli interni ad esempio di San Pietro, dove le texture sono davvero eccezionali. I modelli poligonali dei personaggi sono ugualmente migliorati così come gli effetti di luce e il ciclo giorno/notte, l'impatto complessivo è ancora più piacevole e in generale ci troviamo di fronte ad uno dei titoli più validi sotto questo punto di vista nel panorama videoludico. Per quanto riguarda almeno la versione PlayStation 3 il motore grafico continua però a perdere qualche colpo in chiave fluidità e tearing. La situazione è migliore rispetto al passato soprattutto in chiave desync dello schermo, ma non sono rare le situazioni in cui il frame rate scende attorno ai 20/25 fotogrammi per secondo. La sensazione è che la situazione sia simile a quanto visto col secondo capitolo rispetto alla versione per Xbox 360, che ad una prima occhiata veloce ci è sembrata essere più stabile da questo punto di vista. Il doppiaggio è ovviamente in italiano ed identico a quello dell'episodio precedente, la colonna sonora ancora una volta di primissimo piano soprattutto in occasione dei combattimenti o nei brani originali come quello che accompagna il giocatore nel distretto del foro romano, davvero un piacere da ascoltare.

Ecco il trailer italiano
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
dbiondo
Promosso Come Responsabile News
Promosso Come Responsabile News
avatar

Messaggi : 78
Punti Per Le Aste : 11968
Reputazione : 7
Data d'iscrizione : 17.12.10

MessaggioOggetto: Re: PS3, novità e delucidazioni   Mar 21 Dic 2010, 21:21

Splinter Cell Trilogy HD in arrivo su PlayStation3


Ultimamente stiamo assistendo al restyling di diverse serie su PlayStation 3, le quali vengono riproposte in versione HD per la gioia degli appassionati dei titoli in alta definizione: God of War e Sly Cooper sono alcuni di questi giochi, tra cui anche ICO e Shadow of the Colossus Collection in arrivo per l’anno prossimo. Ad animare la lista per i nostalgici fa il suo ingresso anche l’epico Sam Fisher, protagonista della serie Splinter Cell, prevista anch’essa in un’edizione imperdibile nel formato di trilogia in HD, sempre su piattaforma PS3.


Recentemente avevamo annunciato il vociferato sviluppo in corso da parte di Ubisoft di Spinter Cell 6, sul quale stanno lavorando negli studi di Toronto con l’apporto di ben 83 nuove figure professionali. Inoltre, sin dall’uscita dell’ultimo capitolo Splinter Cell: Conviction, si era parlato di un probabile sbarco della serie sulla console di ultima generazione di Sony.

Non è ancora chiaro il contenuto definitivo della Splinter Cell Trilogy HD anche se, in linea di massima, dovrebbe racchiudere i primi tre titolo storici della serie: Splinter Cell, Pandora Tomorrow e Chaos Theory. Il prezzo di vendita a quanto pare si aggirerà sui 20 dollari, rendendo decisamente appetibile quest’offerta sia per i fan di vecchia data sia per chi non conosce ancora Sam Fisher e le sue avventure. Cosa ne pensate? Si tratta di una mera mossa commerciale da parte di Ubisoft e aspetterete di investire i soldi direttamente per Splinter Cell 6, oppure attendete trepidanti il 2011 per poter mettere mano su questa trilogia in HD?
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
dbiondo
Promosso Come Responsabile News
Promosso Come Responsabile News
avatar

Messaggi : 78
Punti Per Le Aste : 11968
Reputazione : 7
Data d'iscrizione : 17.12.10

MessaggioOggetto: Re: PS3, novità e delucidazioni   Mar 21 Dic 2010, 21:26

DC Universe: uscita anticipata per il primo MMO per PS3?

Se le voci venissero confermate, DC Universe Online sarà il primo MMO per PlayStation 3, visto che la sua uscita sembra essere stata anticipata a gennaio 2011. FFXIV, altro MMO per PS3, è invece atteso su PS3 per marzo 2011.


Secondo Massively gli utenti che hanno preordinato DCUO negli Stati Uniti stanno ricevendo via email un avviso che annuncia loro che il gioco sarà disponibile prima del previsto, probabilmente in una data compresa tra il 18 e il 20 gennaio.
L'email dovrebbe essere confermata a breve da Sony Online Entertainment, che ha rivelato ad Eurogamer che nelle prossime ore rilascerà un annuncio ufficiale sulla disponibilità di questo orginale MMO sul mondo dei supereroi dei fumeti DC Comics.

DC Universe Online, sviluppato da SOE, sarà quindi il primo MMO per PS3, ma sarà disponibile anche in versione per PC.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Gianluca
Amministratore Sito
Amministratore Sito
avatar

Messaggi : 39
Punti Per Le Aste : 2000011716
Reputazione : 8
Data d'iscrizione : 09.06.10
Età : 25
Località : Napoli

MessaggioOggetto: Re: PS3, novità e delucidazioni   Mar 21 Dic 2010, 22:24



Auguri di buone vacanze da tutti noi di SCEE!

Ho fatto un salto sul blog con un paio di giorni d’anticipo per darvi la possibilità di preparare il vostro portafoglio per la vendita Natalizia che si svolgerà tra il 22 dicembre e il 5 gennaio.

Abbiamo un sacco di fantastiche offerte per voi, titoli vecchi e nuovi, per aiutarvi ad arricchire la vostra collezione di giochi durante queste vacanze che comprendono e provengono da una vasta selezione di editori.
Avrete notato che nella vendita non sono coinvolti alcuni editori – ma, benché io non voglia entrare nei dettagli, sono certo che si possa intuire cosa sta succedendo e ,se così non fosse sarà svelato tutto con l’arrivo del nuovo anno.
Ma basta parlare di cose che in questo momento non ci riguardano e concentriamo la nostra attenzione su ciò che ci interessa e cioè sulla grande selezione di titoli.

Abbiamo anche tra le varie offerte un metà prezzo sui titoli ad episodi come Blue Murder Files e Tales of Monkey Island perfetti per chi ha già in passato amato questi giochi. Abbiamo anche un paio di titoli classici e a questi prezzi avete la scusa perfetta per poterli rivivere.
Inoltre in azione troviamo il genere Minis che ci presenta sei grandi titoli disponibili a solo: €1.99
Abbiamo anche una selezione di titoli presentati da alcuni dei più grandi editori nel mondo dei videogiochi che cambiando la loro solita modalità di fare regali hanno deciso di offrire alcuni doni di Natale anticipati sotto la forma di fantastici sconti.
La Disney ad esempio ha tagliato il prezzo di Toy Story 3 per PSP e vi offre il 50% di sconto su tutti i pacchetti espansione. Hanno inoltre reso Natalizio con il metà prezzo anche The Nightmare Before Christmas Premium XMB theme.
La EA sta vendendo tutto grazie agli sconti offerti su DeathSpank, nonchè le massicce riduzioni su Dante’s Inferno e Need for Speed: Shift per PSP.
La Namco Bandai ci ha resi contenti con un ottimo 25% di sconto su due titoli relativamente nuovi: DeadStorm Pirates per tutti gli amanti dei rails-shooter, e il super Pac-Man Championship Edition DX.
Se ciò non bastasse hanno ridotto del 50% quattro dei loro titoli classici per PSP – tra cui Tekken 6 e il gioco di guida portatile preferito da tutti…e cioè RIIIIIDGE RACER!
La SEGA non è da meno (tutti quanti dobbiamo ringraziare Mike) perchè ci sta mettendo a disposizione a metà prezzo.
Sono scesi inoltre i prezzi su tutti i contenuti di Tomb Rider, compreso Underworld per PS3 Legends and Anniversary per PSP e l’originale Tob Rider per PSone. Se ve lo siete persi Space Invaders: Infinity Gene ve lo raccomandiamo anche perché è presente con uno sconto del 30%.
Quelli di Ubisoft hanno fornito ragguppati assieme alcuni dei migliori titoli, vecchi e nuovi, a prezzi davvero interessanti e con l’arrivo del nuovo anno hanno deciso di tagliare i costi dei giochi di guida per PSP come Asphalt Urba GT2, Driver ’76 e Riders Street.
Ci sono anche alcuni titoli classici PSN in questa offerta, date un’occhiata alla lista completa qui sotto.

PlayStation Store (tramite PS3, PSP e Media Go)
Offerte Festive (disponibili su PS3 e PSP dove possibile)
(Offerte disponibli fino al 5 Gennaio)
Alien Breed: Impact (da €11.99 a €7.19)
Blue Toad Murder Files: Episodes 1-6 (da €21.99 a €12.99)
Bomberman Ultra (da €9.99 a €4.99)
Burn Zombie Burn! (da €7.99 a €3.99)
Burn Zombie Burn…In Space! (da €2.99 a €1.49)
Ferrari: The Race Experience (da €2.99 a €1.49)
Flight Control HD (da €4.99 a €3.99)
Gottlieb Pinball Classics (PSP) (da €10.99 a €4.99)
Joe Danger (da €12.99 a €6.19)
Lead and Gold: Gangs of the West (da €14.99 a €7.99)
Tales of Monkey Island: Complete Season (da €17.99 a €8.99)
Worms 2: Armageddon (da €14.99 a €7.99)
Offerte Festive minis
Carnivores: Dinosaur Hunter (da €3.99 a €1.99)
Rocks n’ Rockets (da €4.99 a €1.99)
Freekscape: Escape from Hell (da €4.99 a €1.99)
Arctic Adventures: Polar’s Puzzles (da €3.99 a €1.99)
Vibes (da €4.99 a €1.99)
Stellar Attack (da €3.99 a €1.99)
Offerte Festive di Disney
Toy Story 3 (PSP) (da €34.99 a €19.99)
Alien Escapades Add-on (PSP) (da €1.99 a €0.99)
Buzz’s Adventures Add-on (PSP) (da €1.99 a €0.99)
Woody’s Round Up Add-on (PSP) (da €1.99 a €0.99)
The Nightmare Before Christmas Premium Theme (da €1.49 a €0.75)
Lilo and Stitch: Trouble in Paradise (PSone)
Offerte Festive di EA
DeathSpank (da €12.99 a €7.99)
DeathSpank: Thongs of Virtue (da €12.99 a €7.99)
Need for Speed: Shift (PSP) (da €19.99 a €12.99)
Dante’s Inferno (PSP) (da €39.99 a €19.99)
Theme Park (PSone) (da €4.99 a €2.99)
Theme Hospital (PSone) (da €4.99 a €2.99)
Offerte Festive di Namco Bandai
Deadstorm Pirates (da €19.99 a €14.99)
Pac-Man Championship Edition DX (da €9.99 a €6.99)
Me and My Katamari (PSP) (da €19.99 a €9.99)
Ridge Racer (PSP) (da €19.99 a €9.99)
Soul Caliber: Broken Destiny (PSP) (da €29.99 a €14.99)
Tekken 6 (PSP) (da €39.99 a €19.99)
Offerte Festive di SCEE
Fat Princess (da €9.99 a €4.99)
PixelJunk Shooter (da €7.99 a €3.99)
LBP Pirates of the Caribbean Level Kit (da €5.99 a €2.99)
LBP Pirates of the Caribbean Costume Kit (da €5.99 a €2.99)
echoshift (PSP) (da €19.99 a €9.99)
Fat Princess: Fistful of Cake (PSP) (da €29.99 a €14.99)
Gravity Crash (PSP) (da €7.99 a €3.99)
Offerte Festive di SEGA
Sonic the Hedgehog 4: Episode One (da €12.99 a €6.99)
Sonic Adventure (da €7.99 a €3.99)
Sonic Adventure DX Add-on Pack (da €3.99 a €1.49)
After Burner: Climax (da €9.99 a €4.99)
Valkyria Chronicles 2 (PSP) (da €34.99 a €17.99)
Phantasy Star Portable 2 (PSP) (da €34.99 a €17.99)
Offerte Festive di Square-Enix
Space Invaders: Infinity Gene (da €9.99 a €6.99)
Lara Croft and the Guardian of Light (da €12.99 a €8.99)
Tomb Raider: Underworld (da €20.99 a €10.99)
Tomb Raider Anniversary (PSP) (da €14.99 a €7.99)
Tomb Raider: Legend (PSP) (da €14.99 a €7.99)
Tomb Raider (PSone) (da €9.99 a €4.99)
Offerte Festive di Ubisoft
Prince of Persia Classic + Cell Factor Bundle (€9.99)
Scott Pilgrim + Turtles in Time Reshelled + Voodoo Dice Bundle (€14.99)
Asphalt: Urban GT 2 (PSP) (da €14.99 a €9.99)
Driver ’76 (PSP) (da €19.99 a €9.99)
Street Rider (PSP) (da €19.99 a €9.99)
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://film-videogames.bestgoo.com
Nathan Drake
Promosso Come Responsabile Torrent e Guide Trofei
Promosso Come Responsabile Torrent e Guide Trofei
avatar

Messaggi : 236
Punti Per Le Aste : 12164
Reputazione : 36
Data d'iscrizione : 15.11.10
Età : 20
Località : Inferno (DA)

MessaggioOggetto: Re: PS3, novità e delucidazioni   Mer 22 Dic 2010, 02:57

Ubisoft ha confermato che è al lavoro per realizzare al più presto una patch per Assassin's Creed: Brotherhood. La patch dovrebbe eliminare alcuni bug che affliggono il titolo disponibile per Xbox 360 e PS3. L' aggiornamento risolverà alcuni bug noti, come ad esempio quello che impedisce di proseguire nell'avventura a causa di un loop infinito che si instaura tra l'Animus e il presente, o anche quello che impedisce agli utenti PS3 di sbloccare alcuni trofei. Al momento comunque Ubisoft non ha fornito una data di pubblicazione della patch.

Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
dbiondo
Promosso Come Responsabile News
Promosso Come Responsabile News
avatar

Messaggi : 78
Punti Per Le Aste : 11968
Reputazione : 7
Data d'iscrizione : 17.12.10

MessaggioOggetto: Re: PS3, novità e delucidazioni   Mer 22 Dic 2010, 13:30

Gran Turismo continua a far sognare i milioni dei suoi fans.


Questa volta è in arrivo una nuova patch dedicata al gioco di simulazione di guida che rappresenta uno dei migliori prodotti degli ultimi anni. L’ aggiornamento introdurrà molte novità al gioco con i sui 600 MB. Tra le novità più importanti inserite nell’ aggiornamento ci sarà la possibilità di effettuare anche alcune copie di backup dei salvataggi che vengono effettuati durante la partita, si potranno visualizzare i danni fisici delle vetture anche nella modalità di gioco in single player.

E ancora:

gli utenti avranno la possibilità di competere in gare online
sarà disponibile un parco auto usate
Ora e dati delle distanze percorse potranno essere registrate nelle statistiche del Profilo e del Garage.
Potrete salvare la vostra colonna sonora.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Nathan Drake
Promosso Come Responsabile Torrent e Guide Trofei
Promosso Come Responsabile Torrent e Guide Trofei
avatar

Messaggi : 236
Punti Per Le Aste : 12164
Reputazione : 36
Data d'iscrizione : 15.11.10
Età : 20
Località : Inferno (DA)

MessaggioOggetto: Confermati due DLC di Castlevania Lords fo Shadow   Gio 23 Dic 2010, 04:10

Konami ha confermato nella giornata odierna l'uscita nel 2011 di due DLC per Catlevania: Lords of Shadow.



Il primo dei due si intitolerà Reverie e svilupperà le vicende di Laura, la ragazzina vampiro, alle prese con un male ribelle scatenatosi a causa di Carmilla, da poco uccisa. Toccherà a Gabriel Belmont aiutare la giovane Laura.

Il secondo DLC invece, dal titolo Resurrection, narrerà il seguito diretto delle vicende di Lords of Shadow rivelando anche alcuni segreti sul destino di Gabriel. Stando alle parole di Konami in questo DLC il giocatore sarà alle prese anche con un antagonista noto.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Nathan Drake
Promosso Come Responsabile Torrent e Guide Trofei
Promosso Come Responsabile Torrent e Guide Trofei
avatar

Messaggi : 236
Punti Per Le Aste : 12164
Reputazione : 36
Data d'iscrizione : 15.11.10
Età : 20
Località : Inferno (DA)

MessaggioOggetto: Call of Duty Black Ops Patch 1.05   Gio 23 Dic 2010, 04:13

Treyarch ha rilasciato oggi un nuovo update per la versione Playstation 3 di Call of Duty: Black Ops per risolvere alcuni problemi legati al comparto multiplayer online.

Di seguito le novità offerte dalla patch:
migliorata la funzione UPnP
abilitata la funzione del Mute delle Playercards
abilitata la possibilità di mandar via un giocatore dalla lobby durante le partite libere e private.
risolto il problema della Lobby che non era sempre visibile
risolto il problema del conto alla rovescia prima dell'inizio del match

Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Nathan Drake
Promosso Come Responsabile Torrent e Guide Trofei
Promosso Come Responsabile Torrent e Guide Trofei
avatar

Messaggi : 236
Punti Per Le Aste : 12164
Reputazione : 36
Data d'iscrizione : 15.11.10
Età : 20
Località : Inferno (DA)

MessaggioOggetto: DC Universe Online   Gio 23 Dic 2010, 04:19

Già nella giornata di ieri era trapelata una data di rilascio per DC Universe Online, MMO targato Warner Bros Interactive Entertainment basato sul mondo DC, oggi arriva la conferma ufficiale di Sony che posticipa però di tre giorni l'uscita.

Sony Online Entertainment LLC (SOE) annuncia oggi che l’atteso e ampiamente anticipato action game DC Universe Online, ha raggiunto lo stato di gold master ed è pronto per essere commercializzato su PlayStation 3 e PC a partire dal 14 gennaio 2011. DC Uinverse Online, licenziato da Warner Bros. Interactive Entertainment per conto di DC Entertainment, sarà il primo gioco online basato su DC Universe, il primo MMO su PlayStation 3, e per la prima volta DC Universe Online sarà accessibile a milioni di appassionati che ha anticipato la sua data di uscita.



“Realizzare DC Universe Online è stata una impresa titanica, e siamo eccitatissimi nell’essere così vicini al suo debutto,” ha commentato Christopher Cao, Game Director di DC Universe Online per Sony Online Entertainment. “Siamo enormemente grati a tutti coloro che hano giocato la nostra beta e ci hanno fornito preziosi suggerimenti che ci hanno permesso di migliorare tutti gli aspetti che lo avrebbero reso migliore, e che sarà disponibile in gennaio.”

DC Universe Online sarà commercializzato al prezzo di $59.99 nel Nord America e €59.99 in Europa, e include 30 giorni di sottoscrizione. La sottoscrizione mensile che partirà dopo i 30 giorni gratuiti, costerà €12.99, oppure €179.99 per una membership a vita (solo versione PC). Sony Online Entertainment aggiornerà il gioco tutti i mesi con nuovi episodi e che rappresentano i personaggi di DC. Nuove istanze e ulteriori eventi durante il gioco sono previste in aggiunta ogni tre mesi.

Disponibile per PC e per PlayStation 3, DC Universe Online porta il mondo di DC Universe in vita, offrendo ai giocatori di crearsi i propri supereroi, o malvagi, e unisce le forze con i personaggi preferiti dei fumetti DC come Superman, Batman, the Joker per salvare, o distruggere, l’universo.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Nathan Drake
Promosso Come Responsabile Torrent e Guide Trofei
Promosso Come Responsabile Torrent e Guide Trofei
avatar

Messaggi : 236
Punti Per Le Aste : 12164
Reputazione : 36
Data d'iscrizione : 15.11.10
Età : 20
Località : Inferno (DA)

MessaggioOggetto: DLC per R.U.S.E.   Gio 23 Dic 2010, 04:22

Ubisoft annuncia The Manhattan Project Pack, il primo DLC per R.U.S.E, che è da oggi disponibile gratuitamente su Xbox Live, PlayStation Network e Steam. Il DLC offre nuove sfide, tra cui 3 mappe e 2 modalità Multiplayer esclusive, che influenzeranno la strategia e il ritmo di gioco. Inoltre sarà possibile creare cannoni nucleari e sfruttare a proprio vantaggio l’evoluzione tecnologica.

Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Nathan Drake
Promosso Come Responsabile Torrent e Guide Trofei
Promosso Come Responsabile Torrent e Guide Trofei
avatar

Messaggi : 236
Punti Per Le Aste : 12164
Reputazione : 36
Data d'iscrizione : 15.11.10
Età : 20
Località : Inferno (DA)

MessaggioOggetto: Dirt 3: Ken Block presenta con un video una nuova modalità   Gio 23 Dic 2010, 04:31

Codemasters ha rilasciato un nuovo video con Ken Block, star nella guida di WRC e consulente tecnico per DiRT 3 , focalizzato sulla nuova modalità Gimcana. Il trailer mixa azione reale e scene dal gioco mentre Ken Block spiega le origini della disciplina e come i giocatori possano affinare le proprie abilità di rally rilasciando tutto il proprio impeto.

Il filmato presenta la Gimcana, un modo di guida freestyle introdotto dal pionere Ken Block, i cui video sono un fenomeno così diffuso su YouTube da raccogliere più di 90 milioni di visite. Il trailer mostra Ken Block in una incredibile performance stunt, un’impresa da lasciare a bocca aperta di controllo dell’auto con una vettura da rally pesantemente modificata e mostra come sia possibile replicare le stesse azioni con la disciplina Gimcana di DiRT 3. Spingendo le vetture al massimo dei propri limiti su arene appositamente costruite allo scopo e disseminate di ostacoli e salti, i giocatori imparano nuove abilità che possono essere utilizzate in altre modalità.

“La Gimcana è iniziata come un semplice modo di fare maggiore allenamento per il rally” ha dichiarato Ken Block, consulente tecnico di DiRT 3. “Per me è davvero divertente perchè è molto simile a ciò che amo del rally, per esempio lo slittare della vettura con la velocità. L’elemento Gimcana in un gioco come DiRT 3 unisce un completo nuovo aspetto alle fantastiche cose che si possono fare con l’auto. Farlo in un corso e provare a tempo o per ottenere dei punti è sempre divertente, ma il meglio che si può sperimentare è usare questi corsi per uscire ed imparare le tecniche di guida ed essere capace di seguire l’impeto.”

Previsto per il secondo trimestre del 2011, DiRT 3 avrà più vetture, più ambientazioni, più strade e più eventi che ogni altro gioco della serie. Con più del doppio dei tracciati del gioco di successo del 2009, i giocatori si divertiranno nella modalità carriera dell’elite dei professionisti, gareggiando in intense corse nelle condizioni climatiche più diverse. DiRT 3 ha il maggior numero di contenuti rally disponibili nella serie fino ad oggi, che contano circa il 60% dell’estesa modalità carriera. Con sessioni di rally su tre continenti, incluse le nuove località della Finlandia, del Kenia, della Norvegia e del Michigan, i giocatori impareranno ad eccellere su asfalto, sterrato e neve, in condizioni di asciutto e bagnato, per un’autentica esperienza di rally.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Nathan Drake
Promosso Come Responsabile Torrent e Guide Trofei
Promosso Come Responsabile Torrent e Guide Trofei
avatar

Messaggi : 236
Punti Per Le Aste : 12164
Reputazione : 36
Data d'iscrizione : 15.11.10
Età : 20
Località : Inferno (DA)

MessaggioOggetto: Alcune immagini per Dynasty Warriors 7   Gio 23 Dic 2010, 04:46

I ragazzi di Tecmo Koei hanno rilasciato quest'oggi alcune immagini relative a Dynasty Warriors 7 previsto per XBOX 360 e PS3 il 10 marzo in Giappone e, come vi avevamo accennato in questa precedente news, il 25 dello stesso mese in Europa.
Vi lasciamo alla visione delle immagini in attesa di ulteriori dettagli su questo settimo capitolo della serie Dynasty Warriors.





Ultima modifica di Nathan Drake il Gio 23 Dic 2010, 13:44, modificato 2 volte
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Nathan Drake
Promosso Come Responsabile Torrent e Guide Trofei
Promosso Come Responsabile Torrent e Guide Trofei
avatar

Messaggi : 236
Punti Per Le Aste : 12164
Reputazione : 36
Data d'iscrizione : 15.11.10
Età : 20
Località : Inferno (DA)

MessaggioOggetto: Rilasciate diverse foto delle auto presenti in Test Drive Unlimited 2   Gio 23 Dic 2010, 13:34

Dopo l'annucio da parte di Atari in merito a contenuti esclusivi per chi pre-ordina il gioco, per maggiori dettagli vi rimandiamo a questa precedente notizia, oggi torna a mostrare alcuni dei bolidi presenti in Test Drive Unlimited 2.
A detta degli sviluppatori di Eden Games il titolo dovrebbe espandere l'esperienza dei classici giochi di guida, infatti è stato definito dagli stessi un M.O.O.R. (Massively Open Online Racing) che immergerà il giocatore in una modalità multiplayer online che gli permetterà di competere, collaborare e condividere le proprie esperienze di guida con la comunità.
Ricordiamo che Test Drive Unlimited 2 è previsto per l'11 Febbraio 2011 su PC, PS3 e XBOX 360.






Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Nathan Drake
Promosso Come Responsabile Torrent e Guide Trofei
Promosso Come Responsabile Torrent e Guide Trofei
avatar

Messaggi : 236
Punti Per Le Aste : 12164
Reputazione : 36
Data d'iscrizione : 15.11.10
Età : 20
Località : Inferno (DA)

MessaggioOggetto: Marvel vs. Capcom 3, nuove sugli achievement   Ven 24 Dic 2010, 01:01

Nuovi dettagli riguardanti Marvel vs. Capcom 3, desumibili dalla diffusione della lista degli achievement del titolo su Xbox 360. Si tratterebbe di un totale di 47 trofei per complessivi mille punti. Molti di questi si otterrebbero attraverso il Mission Mode, articolato per quelle che dovrebbero essere non meno di 320 missioni. Confermata inoltre la presenza di una Gallery, nella quale verranno raccolti e potranno essere visionati con calma i vari item che andrete a collezionare nel corso del gioco.

Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Nathan Drake
Promosso Come Responsabile Torrent e Guide Trofei
Promosso Come Responsabile Torrent e Guide Trofei
avatar

Messaggi : 236
Punti Per Le Aste : 12164
Reputazione : 36
Data d'iscrizione : 15.11.10
Età : 20
Località : Inferno (DA)

MessaggioOggetto: Killzone 3: mostrata in video la modalità campagna   Ven 24 Dic 2010, 01:09

Grazie a una Codice Preview, Gametrailers ci mostra in anteprima la campagna single player di Killzone 3. Nel video è possibile notare che l'esercito dell'ISA è stato armato con nuove tiplogie di armi per schiacciare definitavemente gli Helghast.
Prima di lasciarvi al filmato vi ricordiamo che sulle nostre pagine è disponibile l'anteprima di Killzone 3.

Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Nathan Drake
Promosso Come Responsabile Torrent e Guide Trofei
Promosso Come Responsabile Torrent e Guide Trofei
avatar

Messaggi : 236
Punti Per Le Aste : 12164
Reputazione : 36
Data d'iscrizione : 15.11.10
Età : 20
Località : Inferno (DA)

MessaggioOggetto: Mass Effect 2, PS3 e Xbox 360 a confronto   Ven 24 Dic 2010, 01:14

Secondo una analisi realizzata dal gruppo Digital Foundry, divisione tecnica di Eurogamer, che tiene conto della demo di Mass Effect 2 per PS3 recentemente pubblicata da Bioware, il confronto tra questa versione e quella Xbox 360 darebbe luogo a risultati del tutto particolari. Pare infatti che, a differenza di quanto proclamato dagli sviluppatori in corrispondenza delle dichiarazioni rilasciate circa le peculiarità della versione PS3, il livello tecnico delle due versioni sarebbe molto simile, con alcune caratteristiche, quali la resa delle ombre, più convincenti su PS3 ed altre, in primis il framerate, più solido su Xbox 360. Staremo a vedere se la versione definitiva confermerà queste prime impressioni.

Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Gianluca
Amministratore Sito
Amministratore Sito
avatar

Messaggi : 39
Punti Per Le Aste : 2000011716
Reputazione : 8
Data d'iscrizione : 09.06.10
Età : 25
Località : Napoli

MessaggioOggetto: Re: PS3, novità e delucidazioni   Sab 25 Dic 2010, 03:59

sembra migliore su xbox 360 ed anche quando uscirà il titolo finale completo lo sarà
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://film-videogames.bestgoo.com
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: PS3, novità e delucidazioni   

Tornare in alto Andare in basso
 
PS3, novità e delucidazioni
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» Novità Settembre Flames of War
» novità lottomatica per febbraio
» Rumors tiranidi
» bretonnia
» NOVITA GW!!!!!!!

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
SITO ANCORA AL 60%. SARA' COMPLETO AL PIU' PRESTO :: News PS3-XBOX 360-WII-
Andare verso: